“(Non) tutte le strade portano al debate” con Grazia Paladino

765

Il laboratorio sarà introdotto da una breve presentazione della metodologia in cui sarà presentata la modalità per avviare in una classe un debate.  Ci si focalizzerà sui punti di forza della metodologia del dibattito argomentativo, una metodologia attiva e trasversale che coinvolge in prima persona gli studenti.
Il coinvolgimento dello studente avviene sin dalla preparazione al debate che è il punto di arrivo  attraverso un percorso di studio informativo/formativo delle fonti suggerite dal docente o reperite  dagli studenti.
La classe diventa così una fucina di idee e gli studenti suddivisi in squadre devono allenarsi per sostenere le proprie posizioni che non sono scelte in autonomia, ma assegnate dal docente in modo casuale.
Il debate aiuta gli studenti a raggiungere competenze trasversali: ascolto attivo, parlare in pubblico, argomentare e documentare le proprie opinioni, porre domande specifiche, trovare soluzioni. Il percorso presentato è svolto nel quadro dell’organizzazione didattica in flipped classroom: l’insegnante fornisce i materiali di studio che sono studiati in autonomia a casa in modo anticipato. A scuola gli studenti si preparano in gruppo, approfondendo i materiali e reperendone altri, preparando gli appunti per la prova ed allenandosi insieme fino alla prova finale.
Nella seconda parte del laboratorio i partecipanti saranno coinvolti in un vero e proprio debate…estemporaneo mettendosi nei panni degli studenti ed argomentando, utilizzando fonti autorevoli, e sostenendo il proprio punto di vista, nel rispetto dell’ ascolto attivo e delle regole della comunicazione efficace.

Ex ricercatrice biologa presso un’azienda farmaceutica; passata (felicemente) alla scuola. Da dodici anni insegna scienze e matematica presso scuole secondaria di I grado Trova nel digitale e nella didattica capovolta strumenti per garantire la partecipazione e l’inclusione di tutti e migliorare la relazione tra gli studenti. Il suo motto è ”Insegnare a “perdere tempo” investendo nella relazione… poi costruiamo sopra il resto”.

Gestisce il sito/repository e la pagina Facebook “Capovolgilescienze”destinato alla condivisione di videolezioni e tutorial per alunni e docenti. Da quattro anni vicepresidente dell’associazione per la didattica capovolta Flipnet, si occupa di formazione docenti nell’ambito del PNSD, della flipped classroom e delle metodologie inclusive. È amministratrice insieme ad altri docenti del gruppo Facebook “La classe capovolta” che conta più di 50.000 membri. Collabora con diverse case editrici (Erickson, Rizzoli, Lattes) per guide didattiche e metodologiche.