6° webinar Flipnet: Liberare l’apprendimento in Danimarca

10852
A partire da una breve descrizione delle principali caratteristiche del sistema di istruzione danese si forniscono alcuni spunti di riflessione, in particolare sui seguenti aspetti:
– il coinvolgimento diretto delle famiglie nell’istruzione dei figli
– la coesistenza di un sistema doppio statale-libero e quindi la possibilità di sviluppare a fianco di quella statale anche la pratica di strutture che si basino sulla autogestione didattica e finanziaria e di come questo doppio binario non comporti alcun aggravio di spesa per lo Stato.
– la possibilità di impostare la didattica e la gestione scolastica in modo da garantire la massima libertà di autodeterminazione e quindi di sperimentazione da parte delle famiglie, senza che questo comporti discriminazioni o perdita della qualità dell’istruzione fornita nella fascia dell’obbligo.
– la possibilità da parte dello Stato di controllare la qualità de servizio offerto dalle scuole libere senza che si adottino meccanismi di controllo standardizzati come gli esami o il sistema delle valutazioni basato sui voti.
l’importanza attribuita a forme di ‘educazione civile’ al di fuori del normale curriculum scolastico rivolte sia ai ragazzi ancora all’interno del normale periodo scolastico che agli adulti che lo hanno già terminato (le ‘Folkhighschools’ e le ‘Efterskole’, un istituto originale della società danese che prevede un anno ‘sabbatico’ in cui i giovani passano un anno al di fuori della famiglia facendo una esperienza di vita in comune)
l’istituzione di una accademia speciale dedicata alla formazione degli insegnanti delle scuole libere.

Queste note potranno essere lo spunto per suggerire di provare ad assumere uno sguardo ‘anomalo’ che provi a mettere in discussione, o quantomeno a relativizzare,  le caratteristiche che costituiscono le premesse ‘naturali’ della scuola come la intendiamo comunemente.

Luca Amicizia: studente italiano al quinto ed ultimo anno dell’Accademia Libera per l’insegnamento che si trova ad Ollerup. Sta terminando il percorso formativo per insegnare nelle scuole libere danesi. Si propone di comunicare agli studenti italiani questa esperienza straordinaria ed invitarli a visitare le scuole danesi che rappresentano un utile aiuto per affrontare la professione di insegnante con consapevolezza.

Andrea Sola: redattore del sito  www.educareallaliberta.org  dedicato a raccogliere materiali e testimonianze italiane ed internazionali sulle pratiche educative alternative; realizza documentari e raccoglie materiali su queste tematiche (tutti di libera fruizione e presenti nel sito); sta attivando una rete di contatti e scambi con realtà affini in diverse parti del mondo.
E’ animatore del Centro Pandora che ha sede a Mestre e promuove varie attività rivolte ad un pubblico di adulti e bambini che hanno al centro le pratiche artistiche e la manualità artigiana ed è impegnato nella promozione e nel sostegno di progetti educativi basati in diverse parti d’Italia  sui principi della libertà. Conduce laboratori di educazione all’immagine, in particolare con l’uso dell’argilla (i laboratori di narrazione per immagini “Il gesto e la parola“).
Pagina facebook: educazione libertaria

E’ possibile visitare o fare praticantato nelle scuole libere danesi o presso le Efterskole.
Per informazioni scrivere a Jakob C. Jensen (in inglese) all’indirizzo Jensen jcj@friskoler.dk. Per effettuare le visite è necessario saper parlare fluidamente la lingua inglese.

Moderatore: Maurizio Maglioni, presidente Flipnet e autore di “Capovolgiamo la scuola” Edizioni Erickson 2018