Coding e pensiero computazionale a scuola, senza se e senza ma.

334

Descrizione

Il coding oggi è universalmente riconosciuto come la quarta abilità di base oltre a leggere, scrivere e fare di conto. Con la LIM o senza la LIM, con dieci computer o un solo computer o addirittura senza computer non ci sono più scuse: è arrivato il momento di vincere ogni perplessità, timore e esitazione e portare il coding in classe, di intraprendere un viaggio con i nostri alunni che sarà ricco di piacevoli scoperte e fonte di arricchimento reciproco. E allora partiamo!

Modalità
Il laboratorio proposto è di tipo esperienziale, dedicato agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado che sono invitati a partecipare portando con se il proprio computer (no tablet). Lo strumento proposto si chiama Scratch ed è stato sviluppato dal MIT per fornire a bambini e ragazzi un nuovo strumento di espressione basato sul coding. Storia, geografia, italiano, matematica, geometria, scienze, musica, lingue straniere: solo per citare alcune delle discipline che possono essere indirizzate attraverso questo strumento. Durante il laboratorio, dopo una veloce introduzione al coding, al pensiero computazionale e al perché oggi il coding sta assumendo un ruolo da protagonista a scuola, ci ingaggeremo reciprocamente su un progetto di storytelling e uno di matematica: è severamente vietato spegnere i neuroni!
Modalità: peer programming (lavoro possibilmente a coppie)
Relatore: Angelo Sala (formatore DeA per i percorsi di coding per gli insegnanti della primaria e secondaria di I grado, autore, co-founder Coderdojo Milano www.coderdojomilano.it e co-founder MasterCoder www.mastercoder.com) se serve posso allegare breve bio
VIDEO