Vision 2017:

  • Educare i giovani alla creatività, alla cooperazione, alla condivisione ed alla valorizzazione delle diversità.
  • Creare una grande comunità di insegnanti che guidi la scuola italiana verso un processo di cambiamento dalla didattica trasmissiva all’autoapprendimento guidato e dall’apprendimento competitivo a quello cooperativo.
  • Entro il2020 dare ad ogni famiglia italiana la possibilità di scegliere per i propri figli una sezione dove si insegni con la flipped classroom.

Mission 2017 – 8 obiettivi dell’Associazione Flipnet:

  1. Formare insegnanti che adottino il metodo capovolto nella propria disciplina con efficacia educativa e soddisfazione di studenti e genitori, attraverso convegni semestrali, corsi bimestrali, seminari informativi e summer school.
  2. Creare una community di formatori, qualificata e trasparente, composta da insegnanti di primaria e secondaria,in grado di comunicare con efficacia ed empatia come applicare il metodo flipped nelle scuole di ogni ordine e grado per ogni disciplina.
  3. Aggiornare e implementare un Albo Pubblico, verificato e geolocalizzato di insegnanti capovolti italiani. (flipnet.it/mappa)
  4. Creare un Comitato scientifico Flipnet che dovrà occuparsi anche di redigere un manifesto sui pilastri della classe capovolta a livello nazionale e internazionale.
    I 6 fattori su cui abbiamo lavorato maggiormente finora sono: il lavoro sulle Competenze, sui Compiti autentici, sull’Autoapprendimento, sulla Autovalutazione, sulla Comunicazione empatica e sull’Apprendimento cooperativo. 
  5. Promuovere il metodo capovolto organizzando conferenze pubbliche gratuite in diversi poli sul territorio, videoconferenze, partecipando a convegni ed eventi dove sia possibile far conoscere le attività dell’Associazione
  6. Arricchire il sito flipnet trasformandolo in portale per la condivisione di tutti i materiali utilizzati in classe nelle singole materie e nei vari ordini di scuole, completandolo di tutte le classi di concorso mancanti e creare o tradurre in italiano strumenti editoriali creative common di condivisione del metodo capovolto (manifesti, ebook, ecc.)
  7. Creare una rete europea di aiuto reciproco alla classe capovolta attraverso un gruppo di lavoro che si occupi di:
    ■ ricercare altre associazioni/docenti europei
    ■ individuare bandi a cui poter partecipare
    ■ tradurre in inglese le parti che saranno redatte in italiano
  8. Studiare la fattibilità di una scuola parentale capovolta con l’obiettivo di:
    ■ creare una struttura educativa libera dove mettere in pratica il nostro progetto senza vincoli istituzionali o burocratici, con classi aperte, orari non rigidi, grande apertura alla natura ed alla motricità e digitalizzazione dalla prima primaria
    ■ creare un’accademia formativa per tutti i docenti che vogliono apprendere e sperimentare direttamente con i bambini il nostro metodo.
    Le attività in questo ambito riguarderanno:
    ■ la stesura di una Vision e di una Mission per la scuola
    ■ la ricerca di slogan, messaggi e idee per calamitare l’attenzione
    ■ la stesura di un piano economico – finanziario
    ■ la ricerca di investitori